Conferenza nazionale sulle dipendenze

Finalmente si torna ad aprire gli occhi sul problema delle dipendenze, troppo a lungo tenuto sotto il tappeto dai media e dall’opinione pubblica. Per la prima volta dopo 19 anni è stata indetta una conferenza nazionale sulle dipendenze, per approfondire le problematiche connesse alla diffusione di sostanze stupefacenti e psicotrope in Italia. Ne abbiamo parlato con Francesca Farina, direttore scientifico di Cascina Verde .
“Per comprendere e aiutare chi si trova coinvolto nel problema ” ci dice Francesca “è necessario comprendere che questo fenomeno è parte della nostra vita, molto più vicino di quanto si possa pensare. Proprio per questo non si tratta di scandalizzarsi, stigmatizzare o, ancor peggio, giudicare, ma guardare con curiosità e attenzione quello che accade per poter intervenire nel modo più utile”.
Cascina Verde lavora contro le dipendenze da 40 anni, e ha avuto modo di tenere costantemente monitorato quello che stava accadendo in questo mondo che per troppo tempo in molti hanno fatto finta di non vedere, senza comprendere i cambiamenti che son0o intervenuti in questo panorama:
“E’ sempre più difficile comprendere i meccanismi che sottendono all’uso di droga. Ogni persona ha le sue motivazioni, non c’è più una regola da trasgredire, ognuno ha la sua storia e le proprie ragioni, ma sempre, comunque, arriva il momento in cui ci si accorge di non riuscire a gestire la situazione, di aver perso il controllo. Questo è il momento in cui è importante incontrare servizi utili e competenti, che garantiscano un intervento davvero cucito sul bisogno di ognuno, in cui ci si possa sentire protagonista di quanto viene proposto”,
Puntare di nuovo i riflettori sull’esistenza delle Comunità e dei Servizi, in modo da far capire a tutti che esiste la possibilità di essere aiutati è stato forse il risultato immediato più evidente di questa Conferenza:
“La sfida” conclude Francesca Farina “è quella di intercettare il bisogno il più presto possibile garantendo servizi fruibili e multidisciplinari, sempre meno stigmatizzati. Per questo, dal nostro punto di vista, con grande sforzo aumentiamo continuamente le attività del nostro ambulatorio: vogliamo che diventi ponte tra il territorio ed i luoghi di cura. Per questo ci impegniamo perchè le nostre comunità siano sempre più aperte e competenti. Per questo ci attiviamo costantemente nella ricerca e nella formazione dei nostri operatori per stare al passo con tempi sempre più veloci, in cui le sostanze stesse si modificano continuamente”.
E per questo vi invitiamo a sostenere le attività di Cascina Verde, scegliendoci come destinatari del vostro 5 per mille, effettuando donazioni, aiutandoci nella realizzazione del progetto giovani partecipando all’iniziativa di Wishraiser.

 

Menu